Fotografia
Fotografare ti distrae da ciò che stai vivendo?

FOTOGRAFARE AD UN CONCERTO: IL MURO DEL CANTO AL KALINKA DI CARPI

14/06/2016
Gloria Soverini
2 commenti ]

Fotografare ti distrae da ciò che stai vivendo?

È una credenza comune: fotografare ti distrae da quello che stai vivendo. Uno studio recente potrebbe dimostrare il contrario

“Ma come fai a goderti un concerto se non fai altro che fotografare?”

Dopo “Quanti anni hai?” e “Cosa significano i tuoi tatuaggi?”, quella iniziale è certamente la domanda che mi viene rivolta più spesso e, a differenza delle altre due, è anche l’unica cui non sono ancora riuscita a dare una risposta vera e propria.

Fotografo concerti per passione, quindi la domanda è certamente lecita. Il problema è che quando non lavoro ho SEMPRE la macchina fotografica con me nella borsa, anche se la rende scomoda e pesante; i miei amici sanno che quando usciamo, c’è anche la 6D con me (mi deridono? Alla grande), anche se a volte non la uso.

“Come fai a goderti quello che fai se pensi a fotografarlo?”

Oggi mi sono imbattuta in un articolo di PetaPixel in cui si parla di un esperimento, i cui risultati sono stati pubblicati sul “Journal of Personality and Social Psychology” meno di 10 giorni fa, il 6 giugno.

LEGGI TUTTO >>

Fotografia
Blocco della fotografia? Ti presento il Progetto OCOLOY

BLOCCO CREATIVO CON LA FOTOGRAFIA? NIENTE PAURA, C’è L’OCOLOY PROJECT

10/12/2015
Gloria Soverini
6 commenti ]

Blocco della fotografia? Ti presento il Progetto OCOLOY

Disclaimer: questo articolo contiene calci nel sedere, concetti “zen”, pensieri e qualche fotografia 🙂

Veniamo a noi.
Lo chiamiamo “blocco dello scrittore”.
Vale anche per i fotografi, con lo stesso nome? Non lo so, ma credo che ne siamo stati affetti tutti almeno UNA volta nella vita – se non ti è mai capitato, complimenti!

Può succedere anche che nel turbinio degli impegni quotidiani ci si dimentichi della macchina fotografica e della fotografia. Magari passi ore in ufficio, poi la spesa, poi di corsa a casa a preparare la cena o a prenderti cura dei tuoi figli; oppure ti rimetti a lavorare a computer, con la tv accesa a far da sottofondo.
Insomma, il tempo è quello che è.

Proprio ieri, Stefano ci ha scritto un messaggio privato su Facebook:
Grazie per il lavoro che fate!! Mi avete fatto rientrare nel mondo della fotografia!

Io, che sono donna e naturalmente curiosa, gli ho chiesto il motivo del suo allontanamento:
Una serie di impegni, lavoro, club MC, famiglia…. Adesso sto riuscendo a mettere tutto in fila e ritagliare del tempo anche per le foto e la post che sto imparando grazie a voi

Come dargli torto? La vita quotidiana è, onestamente, un casino 🙂
Questo è un bene perché significa che le tue giornate sono piene di impegni e ti dai un sacco da fare, ma… la fotografia?
Ce l’hai quella vocina che ti sussurra all’orecchio, di tanto in tanto. O no? Ecco, ti ricorda che c’è qualcosa dentro di te che si esprime soprattutto quando hai la macchina fotografica in mano e no, NON PUOI IGNORARLA. Anche questo è un bene. Sei una persona creativa, e hai il tuo linguaggio per essere nel mondo oltre ai tuoi impegni.

 

2015 © Gloria Soverini

 

Bello, ok, si vede che hai studiato Filosofia e non hai figli, mi dici.
Vero, ma esco tardi dall’ufficio anche io, a casa mi aspettano le pulizie, due gatti e… un orso. L’orso è abbastanza impegnativo, diciamo.
Il lavoro mi tiene occupata durante la settimana ma anche nel weekend, tra workshop, Accademia di Post, matrimoni e reportage di eventi; tralasciando che ho comunque e sempre la macchina fotografica in mano perché, beh, è il mio lavoro 😀 … al di fuori di questi impegni e del brief che devo seguire per il cliente, dove posso canalizzare la mia creatività? Come e quando posso fotografare quando non lavoro, visto che il tempo che ho a disposizione è poco? LEGGI TUTTO >>

News ed Eventi
Photokina 2012: trionfo delle Full Frame e la rivoluzione “diabolica”

PHOTOKINA 2012 – TRIONFO DELLE FULL FRAME E DELLE EVIL

20/09/2012
Simone Conti

Photokina 2012: trionfo delle Full Frame e la rivoluzione “diabolica”

Il Photokina di Colonia è arrivato e quest’anno si presenta veramente interessante! Sono state presentate veramente tante novità, impossibile elencarle tutte qui, ma credo che ciò che risulta essere più interessante sia sottolineare i trend che si riconoscono alla base della presentazione dei nuovi prodotti.

Mi riferisco in particolare al “dilagare” del Full-Frame anche in macchine non top di gamma oltre all’introduzione da parte di tantissime case, anche blasonatissime come Hasselblad, di macchine appartenenti alla classe delle “diaboliche”… le EVIL… le macchine senza specchio!

In generale stiamo assistendo a una generale corsa all’aumento delle dimensioni del sensore (FINALMENTE!!!) un po’ ovunque. La prima vera spinta forse è stata data da Fuji con la presentazione tempo addietro della X100, che ha riscosso un così inaspettato (quanto meritato) successo differenziandosi da ciò che era standard.

C’è veramente fermento e tanto interesse per il mondo della fotografia. Le “diaboliche compatte  con obiettivi intercambiabili” stanno riscuotendo un successo incredibile tanto che tutte le case (alcune restie come dimostrato da Canon con la terdiva introduzione della EOS M) si sono gettate nella mischia e hanno messo in tavola le proprie carte.

Prima di dare uno sguardo rapido ad alcuni prodotti che credo sia impossibile ignorare, vorrei però farti una domanda. Secondo te c’è realmente tutto questo interesse per la fotografia? Il mercato sta crescendo oppure si sta comprimendo? C’è qualcuno che le acquista tutte queste nuove macchine fotografiche?

LEGGI TUTTO >>