Fotografia
Prospettive differenti in fotografia: Italia vs Resto del Mondo

LUNGA ESPOSIZIONE DI 6 MINUTI CREATA DA 4 FOTOGRAFIE ANALOGICHE IN BIANCO E NERO

11/08/2016
Simone Conti
9 commenti ]

Prospettive differenti in fotografia: Italia vs Resto del Mondo

Oggi vorrei condividere alcune riflessioni che mi è capitato di fare nei giorni passati. Si tratta di un argomento molto ampio e che si può applicare a differenti ambiti della vita. La fotografia è uno di questi! Se ti va vorrei che mi aiutassi ad approfondire fornendo una tua impressione, un commento, per capire quale sia la tua visione… che tu sia d’accordo oppure no poco importa! Ovviamente ha a che fare con la fotografia… e non solo!

Come probabilmente sai è un po’ di tempo che nella mia vita ho interazioni sia con persone, luoghi e atteggiamenti tipicamente italiani che con l’esatto equivalente negli USA. Ho sempre notato una certa differenza tra i “due mondi”. Alle volte le differenze sono a favore dell’uno, a volte a favore dell’altro. Ci sono alcune cose che sono oggettivamente facili da comparare come ad esempio la pizza, i pancakes, il costo della benzina o l’abilità media di ottenere una corretta cottura al dente della pasta. Lascio a te indovinare dove ognuna di queste cose esprima il suo meglio. Negli USA? In Italia? Credo che sia oggettivamente facile da intuire anche se non hai esperienze di viaggio negli Stati Uniti. Ci sono cose invece che è più difficile ponderare perché mancano dei riferimenti oggettivi oppure dei termini di paragone. Quando non si può fare un paragone diretto tra due cose subentra il gusto personale e, ovviamente, è soggetto a una “distorsione” naturalmente imposta proprio da chi osserva e giudica.

Ti serve un esempio? Vuoi che vada un po’ più nel concreto? Pronto! Ho un esempio…

LEGGI TUTTO >>

in questo articolo si parla di...

, , ,
Fotografia
5 errori comuni da evitare quando pubblichi le tue foto online

5 ERRORI DA NON FARE SE VUOI VIVERE FELICE CON LE TUE FOTO ONLINE

07/07/2016
Gloria Soverini
6 commenti ]

5 errori comuni da evitare quando pubblichi le tue foto online

Leggi questa piccola guida se vuoi evitare i 5 ERRORI più comuni quando si condividono le foto online!

 

1. ESSERE IPERPROTETTIVI

L’iperprotettivo NON dovrebbe postare le proprie foto online: è così terrorizzato dall’idea che qualcuno gliele possa rubare che si assicura che a nessuno venga voglia di farlo. Come?
In due modi:
* aggiungendo un WATERMARK GIGANTE (che tendenzialmente ti impedisce di vedere la foto stessa)
* postando file minuscoli (che è la versione passivo-aggressiva della precedente)
>> Se vuoi godere dei benefici dell’esposizione che ti dà internet, accetta i rischi e trova la strada giusta per tutelarti in modo che le tue foto non ne risentano, altrimenti lascia perdere 🙂

→ Se non sai come aggiungere velocemente la tua fine e ben proporzionata (:D) filigrana con Lightroom, guarda come si fa in questo articolo

 

2. USARE IL PROFILO COLORE SBAGLIATO

Quando sei pronto a postare una foto online, esportala da Lightroom o Photoshop con un profilo sRGB.
AdobeRGB potrebbe sembrarti migliorie ma, a seconda del browser e dispositivo che si utilizza per visualizzare la foto, i colori potrebbero risultare totalmente fuori controllo.
>> Esporta in AdobeRGB per la stampa, sRGB per il web.

Vuoi saperne di più sui profili colore? Visita la nostra sezione “Video” per trovare contenuti utilissimi! https://www.facebook.com/FotografiaProfessionale/videos

 

3. ESSERE UN TUTTOFARE (MA NON ESSERE DAVVERO FORTE IN NESSUN CAMPO)

Non c’è niente di sbagliato nello sperimentare le proprie doti in diversi generi fotografici, ma poi è necessario che inizi a focalizzarti su un campo (o pochi) e che trovi il tuo stile all’interno di ciò che ami di più – o dove ottieni i risultati migliori (ATTENZIONE: le due cose non vanno necessariamente di pari passo! Se vuoi sapere cosa intendo, leggi questo articolo).
Infatti, per ottenere visibilità e farti riconoscere, devi concentrarti su uno o pochi generi, coltivarli e far crescere le tue abilità in quei campi.
>> Non cercare di essere bravo in tutto quando si tratta di fotografia, o rischi di non diventare forte in nessun campo.

 

4. CONDIVIDERE TUTTO, MA PROPRIO TUTTO

Hai fotografato un bellissimo tramonto ieri? O magari hai trovato il punto perfetto per scattare la Via Lattea? Bene… NON pubblicare OGNI foto che hai scattato!!!
100 foto dello stesso tramonto non fanno parte della “logica di internet”: è come obbligare i tuoi amici a stare a sedere e guardare un noiosissimo slideshow delle vacanze con la tua famiglia 😀
>> Condividi una foto al giorno, e mai più di 5 alla volta a meno che tu non stia trasferendo il tuo portfolio su una piattaforma dedicata (o non si tratti di un evento con più fasi, quindi un lavoro di storytelling).
Abbiamo tutti una CAPACITÀ DI ATTENZIONE LIMITATA, non esagerare!

 

5. NON CONDIVIDERE NULLA

Il pulsante “Pubblica” ti mette in difficoltà? Ricordati che creare un network di qualità necessità di attenzione e costanza, quindi iscriviti a pochi social/piattaforme se sai di non riuscire a curarli tutti come si deve. E poi? Poi devi SFORZARTI di superare la “paura della condivisione” aiutandoti con un calendario specifico di uscite 🙂
>> Cerca di postare una foto al giorno, minimo una o due a settimana: se non lo farai, non riuscirai ad avere dei fedeli seguaci se non darai loro un valido motivo per seguirti
Conosci qualcuno che rispecchi uno o più di questi punti? Magari il “cugino di un tuo amico”… 😉

Gloria

(articolo liberamente tradotto da http://fotp.ro/29f9T5S)

Recensioni
Occhio al senza fili! Occhio all’Eye-Fi!

CONDIVIDERE L’ALBA SENZA ASPETTARE UN SOLO ATTIMO

02/07/2014
Simone Conti

Occhio al senza fili! Occhio all’Eye-Fi!

Le vacanze si avvicinano, c’è chi le ha già iniziate e c’è chi le inizierà a breve. Quello che è certo è che questo è il periodo in cui maggiormente si sente il desiderio di condividere immagini velocemente con gli amici e tutti quelli che ci seguono sui social network. Si sa… da sotto l’ombrellone o distesi rilassati in spiaggia è più semplice condividere foto e “sbirciare” tra quelle che condividono i tuoi amici, vero?

Anche chi fa fotografie per lavoro, se veramente ama ciò che fa, non riesce ad esimersi dal continuare a portare con sé qualcosa che produca immagini. Soprattutto non riesce ad esimersi dal condividere nel modo più facile e rapido possibile la propria visione… anche in ferie, anche nel tempo libero!

Non è così anche per te? Io non riesco proprio a farne a meno!

Che macchina portare con sé è sempre un grande dilemma. Anche su Facebook recentemente abbiamo innescato un piccolo dibattito interessante per capire quale possa essere una fotocamera abbastanza compatta da essere sempre al nostro fianco.

Io, già da diverso tempo, ho la mia personale “coperta di Linus”. Non riesco a separarmene, è sempre con me e, se così non è, mi sento un poco perso! Se mi conosci sai di cosa sto parlando… io non riesco  a separarmi dalla mia fidata e amata Fuji X100s. Da quando poi mi ho acquistato questo accessorio… è proprio amore, amore, amore! 🙂

Ma oggi non voglio parlare di lenti, corpi macchina, evil, reflex o cose di questo genere. Oggi vorrei condividere con te un approccio che ho iniziato ad adottare negli ultimi mesi e che mi sta dando un sacco di soddisfazioni.

Come ti dicevo, ho la mia “coperta di Linus” e la miglior soddisfazione che posso trarre dall’averla sempre con me è la possibilità di trasferire immediatamente i risultati, gli scatti, a un device in grado di condividerli online. Ormai le macchine di cui ti accennavo a proposito della discussione su Facebook poco sopra hanno tutte il supporto WiFi quindi è decisamente semplice connetterle al tuo smartphone e, in men che non si dica, avere gli scatti pronti per essere condivisi.

Cosa succede però se la tua macchina non ha ancora supporto WiFi? Ne avevo già parlato in passato su queste pagine, ma credo valga la pena di presentarti, se non lo conosci già, un prodotto decisamente interessante!

Scheda SD Eye-Fi mobi 16GB
Scheda SD Eye-Fi mobi 16GB

Sto parlando della scheda SD Eye-Fi Mobi (disponibile nei tagli da 8GB, 16GB e 32GB). Questa scheda SD riduce le configurazioni al minimo… praticamente nessuna configurazione è necessaria!

L’SD crea una connessione diretta tra macchina fotografica e device (iPhone, iPad, ecc.) e tu non devi configurare praticamente nulla se non scegliere il nome della scheda e avviare l’applicazione Eye-Fi (che puoi scaricare da Apple AppStore o da GooglePlay). Vedrai arrivare le tue foto direttamente dalla macchina al device senza preoccuparti di nulla!

Non è fantastico? Per me è veramente comodo, pratico e… liberatorio! Preferisco fotografare con la mia Fuji X100s piuttosto che con l’iPhone, ma non voglio perdere la possibilità di condividere immediatamente i miei scatti, magari dopo una rapida post-produzione con Snapseed (che puoi scaricare da Apple AppStore o da GooglePlay).

Un difetto che avevano le schede Eye-Fi di vecchia generazione era la velocità. Ora questo problema è stato completamente risolto e le schede Eye-Fi Mobi sono delle SDHC Cl10, veloci a sufficienza anche per reggere stream di registrazione video. Unici due difetti che posso trovare in queste nuove schede SD Eye-Fi Mobi sono l’impossibilità di scegliere quale immagine scaricare singolarmente dalla scheda e il mancato supporto al formato RAW (si può scattare in RAW ma la scheda non lo trasmette al device).

Se l’ultimo “problema” è, a pensarci bene, una feature visto che rende il trasferimento molto più rapido, l’impossibilità di scegliere la singola immagine da scaricare è veramente una pena. A volte è necessario, se si sono scattate varie foto, attendere anche diversi minuti prima di vedere apparire sul telefono o sul tablet l’immagine desiderata. Si tratta comunque di ostacoli assolutamente di scarsa entità che non impediscono di godere al massimo di questa libertà in più in mobilità, in ferie o nel tempo libero!

Condividere immagini on-the-go
Condividere immagini on-the-go

Domenica scorsa, ad esempio, ero sul Lago di Garda per fare un po’ di foto di paesaggio. Mi sono svegliato molto presto… l’alba nei dintorni del solstizio d’estate è veramente tosta! 🙂

Quale migliore soddisfazione ci può essere se non estrarre immediatamente un file Jpeg, così come uscito dalla macchina, e condividerlo con gli amici… che erano ancora pacificamente a letto beati? 🙂

Prima di partire per le ferie quindi… perché non acquistarne una anche tu? Ti assicuro che è veramente comoda e pratica!

Già che ci siamo e che le immagini di questo articolo sono a tema, ne approfitto per fare un piccolo “spot”! 🙂

Tecniche Avanzate di Ritocco del Paesaggio
Tecniche Avanzate di Ritocco del Paesaggio

Se sei un appassionato di foto di paesaggio, ricorda che fino alla fine di luglio è possibile acquistare il videocorso “Tecniche Avanzate di Ritocco del Paesaggio” di Simone Poletti a un prezzo promozionale!

Fammi sapere cosa ne pensi! Sei già abituato a scaricare le tue foto direttamente dalla macchina al telefono o tablet? Cosa usi tu per farlo?

Ciao e buone foto

Simone Conti