Recensioni
Un cavallo, un cavallo, il mio regno per un cavallo!

CAVALLETTO IN CARBONIO – INDURO CT214

30/08/2012
Simone Conti

Un cavallo, un cavallo, il mio regno per un cavallo!

È passato Caligola, abbiamo superato Nerone e anche Caronte… Mi dirai: «Ci mancava solo il Riccardo III!».

Oggi parliamo di un “cavallo” (come lo chiamo io), molto leggero, robusto e pratico che mi è passato tra le mani. Sto parlando del cavalletto Induro CT214 della nuova linea CT 8X. Forse si tratta del compagno perfetto per la testa a 5 vie Induro PHQ3 di cui parlavo qui su Fotografia Professionale non molto tempo fa, ma per oggi ho deciso di portare con me il minor peso possibile accontentandomi di una testa a sfera.

Tra le contrade di Siena al tramonto

Città, selciato, porfido cocente e nero asfalto. Riflessi al limite della gestibilità e contrasti controllabili solo grazie all’HDR. In questa canicola estiva un buon cavalletto leggero, ma solido e affidabile per qualche scatto in totale relax per godere appieno delle nostra bella Italia senza rinunciare a uno scatto preciso e stabile oltre che all’indispensabile leggerezza. In certe condizioni, anche se può apparire la situazione più normale al mondo, non basta uno strumento qualunque! Credo fermamente che occorra sempre avere lo strumento giusto per portare a casa il risultato nel modo migliore possibile. Alla fine della giornata questo treppiede Induro si è decisamente dimostrato all’altezza delle aspettative, per certi dettagli addirittura oltre le aspettative, tanto da poter essere considerato un valido compagno anche nelle situazioni meno “estreme” (ad esempio in studio dove tutto è più sotto il nostro controllo! ;-)).

LEGGI TUTTO >>