Tecnica Fotografica
È ora di ammetterlo! Parliamo di flash a slitta

USO CREATIVO DEL FLASH!

21/10/2016
Gloria Soverini

È ora di ammetterlo! Parliamo di flash a slitta

Share on FacebookShare on Google+Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on LinkedIn

C’è un momento nella vita di un fotografo professionista che, prima o poi, arriva: quello in cui deve ammettere di dover utilizzare il flash a slitta 🙂

 

Scianna ha dichiarato

Il fotografo è un interprete, non è un creatore, non è uno scrittore di luce“.

Ora, non voglio certo contraddirlo ma… io NON MI ACCONTENTO della luce che mi ritrovo nelle varie situazioni, soprattutto se devo fotografare un evento notturno, o il momento dei balli durante un matrimonio e tutto si fa buio.

Certo, durante la preparazione della sposa spero sempre di ritrovarmi in una camera con delle grandi finestre, il cielo nuvoloso per avere una “grande softbox” naturale; luci drammatiche, ombre morbide.
Ma non sempre le proprie richieste vengono esaudite 🙂
Soprattutto, le ore del giorno trascorrono e prima o poi il sole tramonta

Se sei fra quelli che “No, il flash fa schifo, preferisco la luce naturale“, in casi come questi cosa fai, smetti di scattare?
Stressi il sensore al massimo alzando gli ISO all’inverosimile? Abbassi i tempi così tanto che le foto potrebbero essere oggetto di studio a “Mistero”?

Il fotografo professionista è sì un interprete, ma fortunatamente è anche un creatore… anzi, è un CREATIVO!

 

C’è un momento nella vita di un fotografo professionista specializzato in matrimoni ed eventi che, se non si accontenta del livello cui è giunto e vuole migliorare la qualità del proprio lavoro, prima o poi arriva: quello in cui deve ammettere di aver bisogno del flash a slitta.

Può essere dura, lo so, ma i benefici sono troppo grandi per ignorare questa “chiamata interiore” (chiamata interiore: più qualità > più lavoro > clienti più soddisfatti > più guadagno)

Anni fa è arrivato quel fatidico momento anche per me, e alla fine l’ho ammesso: non potevo più ignorare l’utilizzo del flash, né continuare a trovare scuse come “Le foto con il flash sono orrende” – certo, a meno che tu non prenda come esempio le foto di chi non lo padroneggia al massimo, ma se devi migliorare bisogna seguire l’esempio di chi è davvero bravo, no? 🙂

Avevo trovato lavoro presso lo studio di un fotografo matrimonialista: sviluppavo e ritoccavo le foto scattate dagli altri, ma volevo essere parte attiva dei servizi; sapevo però di non poterlo fare finché non avessi imparato l’uso del flash, fondamentale per un campo del genere.

Dovevo imparare velocemente ma, soprattutto, con una certa sicurezza che sapevo mancarmi come autodidatta.
Dopo i primi tentativi fallimentari (perché le mie foto erano alla stregua di quelle che criticavo, quelle del “il flash fa schifo”, per intenderci), ho iniziato a guardarmi attorno e ho trovato quello che faceva al caso mio:
mi sono iscritta al workshop di Simone Conti “Flash My Life” quando ancora non lavoravo in FotografiaProfessionale – in realtà, era il terzo che frequentavo!

Da lì è stato amore 🙂
(grazie Simo!!!)

Ho capito finalmente che il flash a slitta è uno strumento fondamentale per due motivi:

  • per riuscire a scattare in ogni situazione;
  • per farlo con una marcia in più!

Credimi se ti dico che, poi, ci si diverte un casino :))

Il risultato è stato che

  1. Ho iniziato a fotografare i matrimoni senza temere di restare bloccata al calar del sole.
  2. Ho iniziato a realizzare shooting di varia natura (ritratti business e studi dentistici).
  3. Ho fotografato cene aziendali in location DA PAURA 😀
  4. Ho fotografato decine e decine di persone durante i balli dei matrimoni e degli eventi, come il Food Immersion Festival di quest’anno del quale vedi una foto (grazie a Carolina, la meravigliosa ballerina che la fa da soggetto splendido splendente).
    In quel momento c’erano pochissime luci a disposizione, ma non volevo certo farmi scappare i balli scatenati di questi ragazzi!
  5. Ho iniziato a definirmi “la regina della seconda tendina“, che quasi quasi potrei anche aggiungere al BDV.
Tutto questo mi ha permesso di crescere come professionista, di essere più sicura e di vedere un sacco di sorrisi che, al buio, non avrei visto :))

Ergo, se fino ad ora hai detto che il flash fa schifo forse è giunto il momento di mettere da parte le tue remore e di dare a te e alla tua fotografia una spinta in più:
passa al lato luminoso degli eventi, iscriviti a Flash My Life!

Niente sarà più come prima (buauauauaua… ehm) 😀

Gloria

Share on FacebookShare on Google+Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on LinkedIn
Recensioni
Amore a prima vista. Un vero colpo di…

AMORE A PRIMA VISTA. UN VERO COLPO DI… FLASH!

02/03/2015
Simone Conti
5 commenti ]

Amore a prima vista. Un vero colpo di…

Share on FacebookShare on Google+Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Sono passati circa 3 mesi da quando ho avuto il piacere, l’onore e il privilegio di vedere, toccare e provare in assoluta anteprima mondiale quello di cui, finalmente, oggi ti posso parlare! Sono 3 mesi che aspetto questo momento con ansia. Si tratta di qualcosa che, a mio modo di vedere, cambia il modo di fotografare (almeno il mio!) e porta “nuova luce” per ogni situazione.

In questi 3 mesi sono stato costretto a mantenere un rigoroso rigido religioso silenzio e, nell’ultima settimana ho anche ricevuto SMS e telefonate quasi minatorie da chi di dovere: «È una anteprima mondiale! Occorre mantenere ogni cosa segretata fino al 2 Marzo! Nulla deve trapelare!!!»

Oggi è il 2 Marzo 2015 e posso parlarti di quello di cui io e le mie T-shirt con le scimmie curiose ci siamo innamorati il 2 e 3 Dicembre 2014. È stato amore a prima vista. Non appena ne ho subodorato le potenzialità e le possibili applicazioni mi sono detto… ok, quanto costa? DEVO AVERLO! Devo averlo, ORA! Si è trattato di un vero e proprio colpo di… Fulmine? No, di FLASH!

Oggi viene presentato in contemporanea e anteprima mondiale il nuovo flash Profoto B2 250 AirTTL, quella che io penso sia, ad oggi, l’arma definitiva per avere con sé una luce eccezionale, potente, rapida, flessibile e modellabile. Riunisce il meglio delle caratteristiche dei miei amati flash a slitta che quelle migliori dei flash da studio in un unico (in tutti i sensi!) strumento per il fotografo che ha bisogno di avere la luce che desidera sempre con sé. Si tratta del sistema flash ideale per chi come me si occupa di fotografia di matrimonio e anche per chi realizza ritratti in location.

Probabilmente, visto il tono assolutamente estasiato ed entusiastico con cui sono partito, ti starai chiedendo… «ma quindi non ha nemmeno un difetto?»

Procediamo con calma e con ordine e consideriamo insieme tutti gli elementi del caso… sono tanti!

LEGGI TUTTO >>

Share on FacebookShare on Google+Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on LinkedIn
News ed Eventi
L’ultimo workshop dell’anno per salutarci… con una festa!

© RICCARDO SANTUCCI

28/11/2014
Gloria Soverini
3 commenti ]

L’ultimo workshop dell’anno per salutarci… con una festa!

Share on FacebookShare on Google+Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Ebbene sì, anche l’ultimo appuntamento dal vivo dell’anno è passato ma abbiamo voluto chiudere in bellezza: infatti, cosa c’è di meglio che salutarci con “Wedding Day”, il workshop dedicato alla fotografia matrimonialista?
Non c’è festa più bella di un matrimonio, e alla fine abbiamo anche mangiato la torta… 😉

Per concludere la festa in bellezza ;)
Per concludere la festa in bellezza 😉

Ma partiamo dall’inizio: questa è una data che abbiamo voluto, anzi, che VOI avete voluto, perché dalla programmazione iniziale era previsto un solo appuntamento con “Wedding Day” ma, dopo aver avuto un sold-out con due mesi di anticipo e senza averlo nemmeno annunciato ufficialmente, abbiamo raddoppiato per permettere ad altri fotografi di vivere questa esperienza ed abbiamo chiuso nuovamente con un sold-out velocissimo ed una lista d’attesa incredibile!

Per l’occasione, ci siamo spostati in una location differente, in un agriturismo ai piedi delle colline reggiane – dove, tra l’altro, vengono celebrati i matrimoni. Cosa volere di più per il nostro workshop 😉
Immersi nella natura e ispirati da un weekend di tempo novembrino – sabato con il sole, domenica con cielo grigio emiliano, i 12 fotografi hanno passato con noi due giornate divise fra teorie e pratica. LEGGI TUTTO >>

Share on FacebookShare on Google+Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on LinkedIn
News ed Eventi
Il matrimonio esclusivo di FotografiaProfessionale: w gli sposi!

W GLI SPOSI!

30/10/2014
Gloria Soverini
1 commento ]

Il matrimonio esclusivo di FotografiaProfessionale: w gli sposi!

Share on FacebookShare on Google+Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Non è necessario che gli invitati di un matrimonio raggiungano le svariate decine: quello che abbiamo organizzato nel weekend appena trascorso è stato aperto a soli 12 partecipanti…
Non devi fare le felicitazioni a nessuno, tranquillo!
Sto parlando di “Wedding Day”, il nostro workshop sulla fotografia di matrimonio rigorosamente a numero chiuso 🙂

12 persone provenienti da diverse regioni hanno trascorso con noi due giorni all’insegna di una delle tipologie fotografiche più complesse: quella matrimonialista.
Ritratto, still-life, reportage, sono tutti e tre campi dai quali ogni bravo matrimonialista non può assolutamente prescindere!
Simone Conti è stato quindi molto attivo in aula, perché gli argomenti da trattare sono stati davvero tanti, intervallati da aneddoti di vita vissuta sul campo (come saprai, Simone è un bravissimo fotografo matrimonialista) e dalle domande degli iscritti, sempre molto curiosi 🙂 LEGGI TUTTO >>

Share on FacebookShare on Google+Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on LinkedIn
Tecnica Fotografica
Ogni tanto mi si spegne il cervello

OGNI TANTO MI SI SPEGNE IL CERVELLO

07/10/2014
Simone Conti
1 commento ]

Ogni tanto mi si spegne il cervello

Share on FacebookShare on Google+Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Oggi faccio un po’ di autoanalisi. Magari quello che sto per raccontare è successo anche a te. Se non ti è successo invece potrebbe essere uno spunto di riflessione. Ti va di seguirmi?

Sabato stavo facendo delle foto a un matrimonio. Strano, vero? Situazione assolutamente divertente…

Lo zio della sposa, in veste di “chauffeur” della Giulia Super 1300, mi dice che per raggiungere il vigneto dove gli sposi desiderano essere fotografati prenderà una scorciatoia. Fantastico! Eravamo un filo in ritardo sul programma (strano, vero?) e una scorciatoia sarebbe stata l’ideale.

LEGGI TUTTO >>

Share on FacebookShare on Google+Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on LinkedIn
Recensioni
Buona luce!

SEKONIC LITEMASTER PRO L-478DR

04/06/2014
Simone Conti

Buona luce!

Share on FacebookShare on Google+Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Quando mi augurano “buona luce” lo sopporto veramente male. È un augurio che proprio digerisco male e, se devo essere proprio sincero, mi risulta poco chiaro cosa significhi…

Questa formula dovrebbe significare che mi viene augurato di trovare una buona luce dove andrò a scattare? Ma come? Non dovrei essere io a “fare” la luce? Non dovrebbe essere il fotografo che gestisce, misura, interpreta o crea, all’occorrenza, la luce che vuole e che gli occorre per realizzare il suo scatto?

Questa è la ragione per cui abitualmente auguro sempre “buone foto”. Auguro a te e agli altri amici fotografi di saper realizzare buone foto grazie alle competenze acquisite e alla capacità di saper vedere, leggere, misurare e interpretare la luce. Credo che la luce sia sempre buona… se la si sa vedere e interpretare! E se manca la luce? Beh, facile! La si crea, no? 🙂

Uno dei requisiti fondamentali per trovare la luce giusta o per crearne una ottima in modo semplice e accurato è avere la possibilità di fare delle misure in modo preciso. Lo strumento che serve per misurare la luce ti è sicuramente noto e immagino tu sia abituato a utilizzarlo costantemente: l’esposimetro! LEGGI TUTTO >>

Share on FacebookShare on Google+Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on LinkedIn
Tecnica Fotografica
High Speed Flash – Perché la velocità di ricarica può essere un problema…

HIGH SPEED FLASH PHOTOGRAPHY

22/04/2014
Simone Conti
2 commenti ]

High Speed Flash – Perché la velocità di ricarica può essere un problema…

Share on FacebookShare on Google+Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Oggi parlavo con un amico. Si parlava di flash a slitta e di ritratti. Si parlava di ritratti fuori dallo studio, in piena luce del sole, all’aperto. Ormai la Pasqua è passata, è ora di digerire la colomba, smaltire l’uovo di cioccolato. Terminata la quaresima, passata la Pasqua, ha finalmente inizio “la stagione” dei fotografi matrimonialisti. Si dà inizio alle “danze” e i week-end saranno affollati di scatti all’aperto (speriamo nella bella stagione, giusto? 🙂 ), magari dei bei ritratti, probabilmente realizzati con l’aiuto del flash.

Sai come la penso, vero? Per me vale sempre e comunque la “Legge del Maxibon”! Tù luch is megl che uan! Anche se c’è il sole aiuta a fare meglio, a rientrare in possesso della profondità di campo, ad esempio, oppure a compensare dove necessario delle ombre “scomode”.

Scusa, sto divagando… dicevo che stavo parlando con un amico che deve realizzare un lavoro in esterna, dei ritratti. La corrente elettrica sarà impossibile da utilizzare perciò occorre andare in altra direzione. Quella dei flash a slitta, ad esempio!

Il mio amico però ha un problema: ha la necessità di usare in pieno giorno un diaframma abbastanza aperto e, allo stesso tempo, utilizzare tempi piuttosto rapidi perché vuole evitare di “bruciare” lo sfondo che sarà parte integrante e determinante nei ritratti. Che fare? Tu cosa gli consiglieresti?

Credo che l’argomento sia decisamente interessante e penso valga la pena di condividere il risultato di questa chiacchierata di oggi! LEGGI TUTTO >>

Share on FacebookShare on Google+Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on LinkedIn
Fotografia
UNA PRIMAVERA DA SCATTARE (e POSTPRODURRE)

È PRIMAVERA! – FOTO EOFDREAMS.COM

04/04/2014
Simone Poletti

UNA PRIMAVERA DA SCATTARE (e POSTPRODURRE)

Share on FacebookShare on Google+Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on LinkedIn

È primavera, siamo tutti più buoni! No, non era così vero?

È primavera, svegliatevi bambine! Così è un po’ meglio… ma, in realtà…

È primavera, è ora di scattare! E di postprodurre.

Infatti, la primavera di FotografiaProfessionale è veramente un’esplosione di colore, di luce, di contrasto, di inquadrature. Di fotografie insomma, di tantissime fotografie da scattare e ritoccare.

La nostra primavera inizia il 12 e 13 Aprile a Lerici, per un fantastico workshop di due giorni sulla FOTOGRAFIA di PAESAGGIO con me, Simone Conti e il nostro ospite d’eccezione: il fotografo paesaggista Francesco Gola! Mentre ti scrivo abbiamo quasi raggiunto il numero massimo di iscritti, ma un paio di posti dovrebbero ancora esserci!

Io, lo ammetto, sono già carichissimo: in modalità “bambino col gioco nuovo”, ho comprato filtri ND come se piovesse e un bel telecomando per le lunghe esposizioni… Non vedo l’ora di andare a caccia di luce e di inquadrature, e non vedo l’ora di sfruttare al meglio lo spazio che dedicheremo alla postproduzione per insegnarvi tantissimi trucchi utili!

Se vuoi essere dei nostri, ti puoi iscrivere seguendo il link qui sotto… non ti assicuro che, quando leggerai questo articolo, ci saranno effettivamente ancora posti disponibili, ma io fossi in te… proverei 😉

 

Ma è solo l’inizio!

Infatti, la nostra primavera proseguirà, sempre nel mese di aprile con DUE VIDEO-CORSI e UN EBOOK nuovi nuovi! LEGGI TUTTO >>

Share on FacebookShare on Google+Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on LinkedIn
News ed Eventi
Fotografia Europea 2014: ci siamo anche noi!

FOTOGRAFIA EUROPEA 2014

31/03/2014
Gloria Soverini

Fotografia Europea 2014: ci siamo anche noi!

Share on FacebookShare on Google+Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on LinkedIn

“La fotografia non si limita a immobilizzare lo sguardo, ma lo trattiene restituendogli un movimento, un contrattempo che lo assorbe in se stesso e lo restituisce all’incanto della sua visione. Immagini che rivelano l’infinità del mondo e l’infinità interna dello sguardo. Il tutto riflesso, per un attimo senza fine, nei nostri occhi, che si fanno specchio del mondo.”
Ecco il concept di “Vedere. Uno sguardo infinito“, il tema della nona edizione di Fotografia Europea

Il punto di partenza è l’insegnamento di Luigi Ghirri: la possibilità, attraverso l’immagine, di guardare al mondo come non lo si è mai fatto prima.

Fotografia Europea parte alla grande con le giornate inaugurali dal 2 al 4 maggio, mentre le mostre proseguiranno fino al 15 giugno; potrai vedere da vicino le fotografie di Luigi Ghirri, di Sarah Moon, Herbert List, quelle del Circuito OFF, e l’attesissima mostra di 150 scatti della collezione Fotografis Bank Austria con scatti di Man Ray, Paul Strand, André Kertész, Edward Weston e tanti altri.

Tra conferenze, spettacoli ed eventi, durante le giornate inaugurali ci siamo anche noi, con i SEMINARI GRATUITI di FotografiaProfessionale! LEGGI TUTTO >>

Share on FacebookShare on Google+Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on LinkedIn
News ed Eventi
Flash My Life Experience

SPY STORY – © MASSIMILIANO FINOTTI

29/03/2014
Simone Conti
1 commento ]

Flash My Life Experience

Share on FacebookShare on Google+Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on LinkedIn

È passata ormai una settimana,  ma mi sto riprendendo solo ora… È quasi più dura che scattare 3 matrimoni in 3 giorni! 😀

Flash My Life, ormai arrivato alla sua sesta edizione, è un successo consolidato, ma è sempre una esperienza nuova e stimolante perché ogni volta cambiano ovviamente i partecipanti. Si tratta di un workshop sempre gremito e, questa volta, è stato veramente difficile dover dire di no a così tanti fotografi che avrebbero voluto partecipare.

Il workshop è andato sold-out, cioè sono terminati i posti disponibili, ben oltre un mese fa e ho continuato a ricevere email di richieste per essere inseriti in “lista d’attesa” nel caso di qualche defezione dell’ultimo momento… LEGGI TUTTO >>

Share on FacebookShare on Google+Email this to someoneTweet about this on TwitterShare on LinkedIn
0

Your Cart