News ed Eventi
Facebook e Copyright: una sentenza importante

UN SOSPIRO DI SOLLIEVO! (FOTO: HUFFINGTONPOST.COM)

12/06/2015
Gloria Soverini

Facebook e Copyright: una sentenza importante

È di queste ultime ore la notizia di una sentenza che fa tirare un sospiro di sollievo a molti:
le foto postate su Facebook in modalità “pubblica” restano di proprietà dell’utente che le ha scattate, quindi il renderle visibili a tutti, senza limitazioni di privacy, sul social network “non comporta la cessione integrale dei diritti fotografici“.

Il caso è nato quando un quotidiano nazionale ha utilizzato le immagini scattate da un giovane fotografo in una discoteca romana, a sua insaputa e senza che gliene venisse riconosciuta la paternità, a corredo di una serie di articoli sulla frequentazione dei locali notturni da parte dei giovanissimi; le foto, poi, sono anche state utilizzate da diversi programmi televisivi.

“La possibilità di utilizzo delle informazioni pubblicate con impostazione pubblica sul social network non costituisce licenza generalizzata di utilizzo e di sfruttamento dei contenuti coperti da diritti di proprietà intellettuale in favore di qualunque terzo che accede alla pagina Facebook”

La IX Sezione del Tribunale di Roma, specializzata in materia d’impresa e di proprietà intellettuale, ha riconosciuto la risarcibilità sia del danno patrimoniale che del danno morale connesso al mancato riconoscimento della paternità delle fotografie e, dunque, ha stabilito l’esistenza di un pregiudizio cagionato dalla pubblicazione delle foto senza l’autorizzazione dell’autore e senza l’indicazione del suo nome.

Secondo quanto deciso dai giudici, quindi, la libertà di utilizzo dei contenuti pubblicati dagli utenti con l’impostazione pubblica, “non riguarda infatti i contenuti coperti da diritti di proprietà intellettuale degli utenti, rispetto ai quali l’unica licenza è quella non esclusiva e trasferibile concessa a Facebook“.

Ma ho una domanda: ci troviamo davanti ad una “novità” o ad una semplice conferma del fatto che l’autore va sempre almeno citato?
A prescindere dal luogo virtuale in cui le immagini vengono pubblicate, “prendere senza chiedere” e non riconoscere nemmeno all’autore il diritto di vedersi citato, sono azioni tipiche della maleducazione virtuale che, spesso, vengono sottovalutate proprio perché percepite come meno importanti appunto perché virtuali.

La “Dichiarazione dei Diritti e delle Responsabilità” di Facebook, infatti, non consente di pubblicare contenuti che non rispettano i diritti di proprietà intellettuale di un’altra persona, compresi quelli su copyright e marchi commerciali, quindi figuriamoci appropriarsi delle foto di terzi e pubblicarle senza autorizzazione e senza dichiararne la paternità.

Quindi, attenzione: i diritti sulle vostre foto devono essere rispettati, sempre e comunque, anche in caso di pubblicazione sul social network! 🙂
Ti è mai capitato che qualcuno utilizzasse le tue foto senza autorizzazione?
Cosa pensi di questa sentenza, novità o conferma?
Scrivimi, aspetto i tuoi commenti!

Gloria

Interviste
Datemi un palco e vi dirò chi sono: intervista a Dustin Rabin

BILLY TALENT, AIR CANADA CENTRE, 2/2/2007 © DUSTIN RABIN

22/12/2014
Gloria Soverini
2 commenti ]

Datemi un palco e vi dirò chi sono: intervista a Dustin Rabin

Qual è il tuo genere fotografico preferito, la tua passione più grande, il campo che ti infervora maggiormente e che ti fa desiderare di avere sempre la macchina fotografica a portata di mano?

Il mio è la fotografia live, senza ombra di dubbio!
Quando non faccio foto ai concerti, allora cerco su internet le gallery dei fotografi professionisti in campo musicale e sogno ad occhi aperti.
Sapendo di questa mia grande passione, spesso ricevo delle email con link a siti del genere da Simone Poletti e Simone Conti, come piccoli regali che mi vengono recapitati di tanto in tanto – qui in ufficio è sempre Natale, insomma, anche quando non si scartano i pacchi 😉

È così che sono capitata sul sito di Dustin Rabin – in realtà, mi è stato suggerito anche perché ha fotografato una delle mie band preferite, i Queens of the Stone Age; oltre che fotografa, sono soprattutto una patita di musica 🙂
Dustin ha un’incredibile capacità di adattarsi alle diverse situazioni e di offrire un immaginario visivo mai uguale a se stesso; ogni sua foto, pur mantenendo un filo conduttore con tutte le altre, vive di vita propria e rispecchia in maniera perfetta il momento in cui è stata scattata, le energie delle persone ritratte, le atmosfere che si respiravano al momento del click.

Questo è ciò che mi ha colpito del suo lavoro; ecco perché invito anche te a visitare il suo sito, ricco di immagini di concerti, backstage e ritratti di musicisti – alla fine dell’intervista troverai il link.
Mi auguro che Dustin Rabin ti piaccia tanto quanto è piaciuto a me!
Ora è venuto il momento di lasciarti alle sue parole 🙂

FP: Ciao Dustin, benvenuto su FotografiaProfessionale!
Quando hai cominciato a fotografare?

DR: Grazie a mio padre ho avuto a che fare con le macchine fotografiche per la maggior parte della mia vita. È lui che mi ha insegnato le basi della fotografia (diaframma, tempi di scatto, iso) quando ero molto giovane e ho giocato con cose come la profondità di campo e il mosso usando la Minolta di mia madre.

FP: Hai mai partecipato a corsi di fotografia, preso lezioni o altro, oltre che da tuo padre? 🙂

DR: Ho partecipato ad un corso di comunicazione di 2 anni che includeva un semestre di fotografia in bianco e nero, che insegnava sia le basi che lo sviluppo e la stampa in bianco e nero. Sono molto contento di aver fatto esperienza stampando le mie foto in camera oscura, per il resto conoscevo già gli argomenti trattati.

FP: Il tuo centro d’interesse riguarda soprattutto la fotografia live. Quando e perché hai cominciato ad esserne attratto?

DR: Al college intervistavo le band per la nostra radio e a volte le interviste venivano stampate nel giornale della scuola. Una volta mi è stato dato un pass foto per scattare ad un concerto, e quello è stato per me l’inizio di una nuova vita.

Dave Grohl - Foo Fighters © Dustin Rabin
Dave Grohl – Foo Fighters © Dustin Rabin

LEGGI TUTTO >>