News ed Eventi
L’ultimo workshop dell’anno per salutarci… con una festa!

© RICCARDO SANTUCCI

28/11/2014
Gloria Soverini
3 commenti ]

L’ultimo workshop dell’anno per salutarci… con una festa!

Ebbene sì, anche l’ultimo appuntamento dal vivo dell’anno è passato ma abbiamo voluto chiudere in bellezza: infatti, cosa c’è di meglio che salutarci con “Wedding Day”, il workshop dedicato alla fotografia matrimonialista?
Non c’è festa più bella di un matrimonio, e alla fine abbiamo anche mangiato la torta… 😉

Per concludere la festa in bellezza ;)
Per concludere la festa in bellezza 😉

Ma partiamo dall’inizio: questa è una data che abbiamo voluto, anzi, che VOI avete voluto, perché dalla programmazione iniziale era previsto un solo appuntamento con “Wedding Day” ma, dopo aver avuto un sold-out con due mesi di anticipo e senza averlo nemmeno annunciato ufficialmente, abbiamo raddoppiato per permettere ad altri fotografi di vivere questa esperienza ed abbiamo chiuso nuovamente con un sold-out velocissimo ed una lista d’attesa incredibile!

Per l’occasione, ci siamo spostati in una location differente, in un agriturismo ai piedi delle colline reggiane – dove, tra l’altro, vengono celebrati i matrimoni. Cosa volere di più per il nostro workshop 😉
Immersi nella natura e ispirati da un weekend di tempo novembrino – sabato con il sole, domenica con cielo grigio emiliano, i 12 fotografi hanno passato con noi due giornate divise fra teorie e pratica. LEGGI TUTTO >>

News ed Eventi
Il matrimonio esclusivo di FotografiaProfessionale: w gli sposi!

W GLI SPOSI!

30/10/2014
Gloria Soverini
1 commento ]

Il matrimonio esclusivo di FotografiaProfessionale: w gli sposi!

Non è necessario che gli invitati di un matrimonio raggiungano le svariate decine: quello che abbiamo organizzato nel weekend appena trascorso è stato aperto a soli 12 partecipanti…
Non devi fare le felicitazioni a nessuno, tranquillo!
Sto parlando di “Wedding Day”, il nostro workshop sulla fotografia di matrimonio rigorosamente a numero chiuso 🙂

12 persone provenienti da diverse regioni hanno trascorso con noi due giorni all’insegna di una delle tipologie fotografiche più complesse: quella matrimonialista.
Ritratto, still-life, reportage, sono tutti e tre campi dai quali ogni bravo matrimonialista non può assolutamente prescindere!
Simone Conti è stato quindi molto attivo in aula, perché gli argomenti da trattare sono stati davvero tanti, intervallati da aneddoti di vita vissuta sul campo (come saprai, Simone è un bravissimo fotografo matrimonialista) e dalle domande degli iscritti, sempre molto curiosi 🙂 LEGGI TUTTO >>

Recensioni
Doppio misto B1 alla svedese

DOPPIO MISTO CON PROFOTO B1 AIR TTL 500 E AIR REMOTE TTL-N

16/09/2014
Simone Conti
1 commento ]

Doppio misto B1 alla svedese

Oggi inizia ufficialmente il Photokina 2014 a Colonia, in Germania, e ti assicuro che, nonostante il titolo dell’articolo non parlerò di Bjorn Borg.

Cosa c’entrano una coppia di sposi, il Photokina 2014 e un noto marchio svedese? No, non sto parlando dell’IKEA e nemmeno di H&M!

Oggi finalmente ho l’opportunità di parlare liberamente di qualcosa per cui sono entusiasta da diversi mesi!!! Come sicuramente sai, molti brand legati al mondo della fotografia ieri, il giorno prima dell’inizio della manifestazione fieristica più importante a livello europeo (e mondiale!), hanno deciso di liberare gli uffici stampa e i fotografi che hanno accesso ai prodotti test dal segreto imposto. Ora finalmente posso parlare di un prodotto del quale mi ero già innamorato agli inizi di quest’anno che ha raggiunto un nuovo step di evoluzione che lo rende ancora più eccezionale e versatile.

LEGGI TUTTO >>

Interviste
Sensibilità al femminile: incontri con Marco Onofri

© MARCO ONOFRI

18/06/2014
Gloria Soverini
8 commenti ]

Sensibilità al femminile: incontri con Marco Onofri

Marco Onofri è un fotografo di Cesena; è romagnolo, scambiare quattro chiacchiere con lui è certamente divertente ma quando si guardano le sue foto si conosce un altro lato di lui, più riflessivo e personale.
È un professionista che ha uno sguardo ampio sul mondo che lo circonda, ha fatto del reportage il suo stile e le persone il filo conduttore dei suoi lavori; si esprime in molti campi, ma quando non si tratta di lavoro il ritratto femminile è la sua “valvola di sfogo”.
Il suo è un dialogo con la persona che sfocia in immagini poetiche e profonde, ma non voglio anticipare troppo… conosciamolo insieme 😉 LEGGI TUTTO >>

Fotografia
S.O.S. Matrimoni

NIENTE MALE ANCHE SOTTO AL TEMPORALE

21/09/2013
Simone Conti

S.O.S. Matrimoni

La mia “stagione” 2013 come “reporter matrimonialista” volge sostanzialmente al termine. Solo pochi altri lavori di questo genere mi attendo prima che il 2013 volga al termine. Ora è il periodo della pazza, folle, intensa e forsennata postproduzione dei lavori per riuscire a garantire sempre consegne oltre la media del mercato. Grande lavoro dopo lo scatto per rendere i nostri sposi felici!

Questo è anche il periodo, almeno per me, di quello che autodefinisco S.O.S. Matrimoni.

No, non sto chiedendo aiuto!

S.O.S. è un acronimo che uso per indicare Sparse Osservazioni Sporadiche. Di tanto in tanto, soprattutto in questo periodo dell’anno, mi trovo a guardare indietro ai lavori dell’anno e mi fermo a riflettere. Si tratta quindi di pensieri, osservazioni che non hanno un vero filo conduttore a parte l’argomento cui fanno riferimento: la fotografia di matrimonio.

Getting ready – © Simone Scurzoni

Ultimamente ricevo email da vari fotografi amatori che vogliono lanciarsi nel pazzo mondo della fotografia di matrimonio e mi chiedono consigli. Rispondo a tutti, e per quanto sia possibili tramite poche righe in email, cerco di essere loro utile. Mi capita di confrontarmi con altri professionisti e scambiare idee e pareri. Il momento più proficuo per questo mie sparse osservazioni sporadiche è però in auto, con Simone Scurzoni, tornando da un matrimonio. Quando ancora la foga di rendere l’evento unico attraverso il nostro lavoro fatica a scemare, ma c’è il tempo per verbalizzare le impressioni e le emozioni appena vissute.

Senza voler trasformare questo articolo in una sessione di auto-analisi, vorrei limitarmi a condividere con te un solo breve pensiero che ho verbalizzato lo scorso weekend tornando da un matrimonio.

<– Fregato – Salvo –>

Ovviamente è stato un matrimonio particolare, diverso dagli altri, unico… del resto è sempre così! Tutti lo sono! Esistono però dei tratti distintivi che accomunano praticamente tutti gli eventi di questo tipo.

La mia osservazione, verbalizzata a voce alta in auto è stata più o meno:

«Ma porca miseria, pensa se avessimo dovuto affrontare un matrimonio come questo come prima esperienza. Pensa se questo fosse stato il primo! Come avremmo fatto?»

Io e Simone ci siamo guardati e dopo un sorriso ci siamo messi a parlarne brevemente. Alla fine dei conti, se fosse stato il primo, probabilmente tutto sarebbe andato in modo molto diverso.

Non è stato un matrimonio particolarmente “fisico”, alcuni lo sono (veramente!), ma il meteo e le tempistiche hanno reso il lavoro particolarmente “sfidante”. Alla fine il lavoro c’è ed è grazie, in maggior misura, all’esperienza. Quando abbiamo iniziato questa sfida come “Wedding Reporters” il matrimonio della scorsa settimana sarebbe stato una prova al limite… forse oltre il limite.

Come in ogni cosa, l’esperienza fa veramente la differenza. Essere tranquilli senza aver mai visto la location, sapendo che probabilmente sarebbe piovuto tutto il giorno, consapevoli che non ci sarebbero stati panorami mozzafiato… consente di essere comunque creativi e cercare “lo scatto” fino a pochi minuti prima dei saluti, magari dopo 12 ore di lavoro. Conoscere i tratti distintivi che accomunano ogni evento significa essere rilassati e pronti quanto l’anomalia si presenta e l’improvvisazione è d’obbligo.

Lo scorso weekend alla fine tutto è andato per il meglio, insomma… “Niente male anche sotto al temporale!” 😉

Certe informazioni, determinate consapevolezze, alcuni trucchi e svariate nozioni sulle tempistiche le avrei volute proprio sapere quando ho iniziato questa avventura nel campo della fotografia di matrimonio… anni fa. Non c’è stato nessuno, però che mi abbia messo almeno sul giusto percorso.

Non so quanto tu sia interessato all’argomento. Lo dico sempre, i fotografi matrimonialisti sono i più bistrattati, mal considerati e criticati tra tutti quelli che per lavoro usano come strumento una macchina fotografica. Questo almeno in Italia. All’estero è decisamente diverso.

Necessaire per una sposa

A me piace pensare di voler tendere ai risultati di alcuni “mostri sacri” (sono fermamente convinto che Ben Chrisman abbia venduto l’anima al demonio, non può essere così bravo! 😀 ) e da anni sto lavorando e studiando per allinearmi a quegli standard.

Ora avrei voglia di verbalizzare e condividere un altro poco di osservazioni sparse a proposito dei nostri “Wedding Day”. Se sei interessato all’argomento, rimani “sintonizzato”, la prossima settimana ci saranno novità in proposito…

Sia che tu appartenga ai professionisti del settore, o che tu appartenga alla schiera di amatori evoluti che vogliono fare il passo verso il professionismo, tra qualche giorno avrò qualche novità per te.

Cosa ne dici? Può interessarti l’argomento? 🙂

A presto e buone foto!

Simone Conti