eShop
Post-produzione
Back in Action! Le vacanze son finite, si ritorna in… azione!!!

IN AZIONE!

08/01/2013
Simone Poletti
3 commenti ]

Back in Action! Le vacanze son finite, si ritorna in… azione!!!

Dalle mie parti, come in quasi tutta Italia, il Natale è una questione di… stomaco.

Quindi, dopo un paio di settimane di zamponi, cotechini, fagioli, lenticchie, cappelletti, panettoni e dolci vari… ricomincare è un po’ più dura 😉

Serve davvero un aiuto, un sostegno pratico e utile per ripartire di slancio e ricominciare da dove avevamo lasciato, fra foto da scattare e da correggere!

Per questo, inizio il 2013 “lavorativo” parlando di… AZIONI!

Come saprai se hai visto qualcuno dei miei video-corsi,  io ho una certa idiosincrasia nei confronti dei filtri automatici e delle elaborazioni standard.

Credo che una buona post-produzione sia fatta, principalmente, di applicazione e personalizzazione delle tecniche di lavoro. Però, c’è un però.

Infatti la post-produzione è, a volte, ripetitiva e noiosa. Lo so, sembra strano detto da me, ma è così. Prova solo a pensare a quante volte hai applicato il contrasto del dettaglio, sempre nello stesso modo e sempre con gli stessi valori. Pensa a quanti Jpeg a bassa risoluzione hai salvato… pensa a quante conversioni in Bianco e Nero hai fatto, iniziando sempre nello stesso modo!

Se ci pensi, il tuo modo di correggere un’immagine prevede una serie di passaggi sempre uguali, o molto simili.

È così anche per me: ho analizzato il modo di lavorare, e tante, tantissime tecniche si ripetono abbastanza spesso. Abbastanza spesso da farmi pensare, già qualche anno fa, che sarebbe stato stupido non sfruttare una grande possibilità che Photoshop mi metteva a disposizione.

Così ho iniziato, piano a piano, a trasformare tutte le tecniche che ripeto più spesso in Azioni per Photoshop. E ho scoperto che questo mi permette di essere molto più veloce nel mio lavoro e anche più preciso; infatti non corro più il rischio di compiere errori nella realizzazione delle tecniche, una volta registrate correttamente una volta le azioni sono… per sempre!!! LEGGI TUTTO >>

Tecnica Post-Produzione
Colori anni ’70 e Texture: un modo veloce per dare carattere alle immagini.

TEXTURE E COLORE PER IMMAGINI VINTAGE!

26/12/2012
Simone Poletti

Colori anni ’70 e Texture: un modo veloce per dare carattere alle immagini.

Torna la nostra rubrica Tips & Tricks di Photoshop, i piccoli “trucchi del mestiere” per modifcare le tue immagini in 5 minuti!

Come probabilmente saprai, in questa serie di articoli non ti presento tecniche avanzate e complesse, ma accorgimenti veloci per dare un aspetto più particolare alle tue immagini.

Negli ultimi tempi sono diventati molto di moda alcune tipologie di fotografia “vintage”.

La “febbre” da Instagram, Lomography e di tutte le App per iPhone che permettono di dare un sapore “Old-Style” alle immagini hanno creato una vera propria corrente stilistica.

Molto spesso si esagera, ma alcuni effetti possono essere carini e divertenti da applicare sulle tue immagini, e vorrei mostrarti due semplicissime tecniche per modificare il colore e aggiungere “carattere” alle tue fotografie.

L’immagine originale

Per mostrarti questi piccoli “trucchetti” di Photoshop ho scelto un’immagine in sé piuttosto insignificante, scattata in un vecchio frantoio di argille e terre per costruzione.

La fotografia in se non ha molti aspetti interessanti, ma si presta per una tipologia di effetti che ne accentui l’aspetto “acido” e industriale.

Per prima cosa, lavoriamo sul colore: dare all’immagine un aspetto un po’ “vintage” è semplicissimo… ti basterà aggiungere un livello di regolazione curve! LEGGI TUTTO >>

Tecnica Post-Produzione
Lo schema di gioco per una post produzione vincente

USARE METODO IN POST-PRODUZIONE – FOTO: LUCA MANFREDI

18/12/2012
Simona Giglioli

Lo schema di gioco per una post produzione vincente

Ciao,

immagino tu sappia bene come un lavoro di post produzione fatto correttamente possa valorizzare l’immagine.

Quante volte correggi lo scatto e quante no? Di sicuro sono più le volte che lo correggi perchè lo so… è quasi impossibile resistere, ormai l’importanza anche di una minima correzione ti porta a intervenire. Già il Guru della post produzione… Sig. Poletti 😉 , ha spiegato in un articolo molto interessante perchè la post-produzione è importante per un fotografo, quindi non mi ripeterò, di certo concordo anche io che per raggiungere l’obiettivo prefissato o dato dal cliente è importante lavorare bene.

Soprattutto nella moda, il workflow da adottare non è molto chiaro e alcuni fotografi correggono senza usare un metodo… diciamo… un pò come capita… e i risultati si vedono. “Alzo un pò questo valore… poi lo abbasso… poi aggiungo un livello… poi lo tolgo e lo duplico modificando il livello sotto…”…. Ahhhhh… sbagliato!!!

Per essere più veloce, per ottenere risultati migliori e per lavorare meglio… usa uno schema di gioco che abbia un metodo!!!

Ecco i 5 passaggi che ti renderanno il lavoro più fluido e meno caotico. 😀 LEGGI TUTTO >>

Tecnica Post-Produzione
Sarà un modo di lavorare nuovo. Migliore? Si, più divertente, più veloce!

SPEED

21/02/2012
Simone Poletti

Sarà un modo di lavorare nuovo. Migliore? Si, più divertente, più veloce!

Quanto tempo perdete nella correzione delle immagini? Io faccio il ritoccatore, la postproduzione mi diverte, ma sento spesso fotografi lamentarsi delle notti passate a correggere immagini e del troppo tempo perso per la postproduzione.

Vedo sempre più spesso, su Facebook e su Internet in generale, vignette di fotografi disperati costretti dietro al monitor di un computer…

Ore e ore su Photoshop, a compiere operazioni a volte noiose e ripetitive… quanto sarebbe più bello sbrigare in fretta la “pratica” postproduzione e dedicarsi con più tempo ed energia alla fotografia? LEGGI TUTTO >>

Tecnica Post-Produzione
Photoshop Skills: Rimuovere micromosso e sfocature

CONTRASTA MIGLIORE – SCATTO MICROMOSSO “PRIMA” E “DOPO”

09/02/2012
Simone Poletti

Photoshop Skills: Rimuovere micromosso e sfocature

Ciao a tutti, inizio con questo post una serie di appuntamenti dedicati a piccoli (ma utilissimi) trucchi per l’uso di Photoshop, una serie di “utilities” di uso quotidiano che vi saranno di grande aiuto nella correzione delle vostre immagini.

Partiamo da uno dei problemi più classici, soprattutto quando si scatta un soggetto in movimento (umano o non) oppure in condizioni di luce particolari: il micromosso!

Quante fotografie avete scartato per un po’ di micormosso o una leggera sfocatura? Siete tutti degli accellenti fotografi, ma se scattate a f1.2 con la macchina in mano, muovendosi di continuo, a 1/30 per sfruttare la luce ambiente di un interno… ecco che, in mezzo a tante foto perfette, qualcuna con un piccolo problema può capitare 🙂

Quindi, che fare? Una soluzione abbastanza rapida ci viene fornita do Photoshop, con l’utilizzo del plug-in “Contrasta Migliore” (Smart Sharpen nella versione inglese). Lo trovate nel menù “Filtri”, nella sezione “Contrasta”.

LEGGI TUTTO >>

Tecnica Post-Produzione
Ritocco Morfologico e Digital MakeUp, trucchi e segreti per un ritratto perfetto!

MORFO ARTICOLO

14/10/2011
Simone Poletti

Ritocco Morfologico e Digital MakeUp, trucchi e segreti per un ritratto perfetto!

Ritocco Morfologico - Editing: Simone Poletti

Ciao a tutti,

in questi giorni abbiamo già parlato, insieme a Simona Giglioli, di ritocco morfologico e modifica del corpo.

È un tema importante e sentito nella fotografia cotemporanea, perchè le richieste del mercato sono pressanti e sempre più specifiche. I clienti pretendono dal fotografo professionista immagini perfette, in tempi brevissimi e senza spendere troppo… anzi, spesso con budget risicatissimi. Anche gli appassionati di fotografia, i famosi “prosumer”, sentono un concorrenza spietata, ormai anche partecipare ad un concorso è diventato impossibile se non si è in gradio di consegnare immagini perfettamente corrette.

LEGGI TUTTO >>

Tecnica Post-Produzione

RITOCCARE IL CORPO: SI O NO?

30/09/2011
Simone Poletti
3 commenti ]

Ritoccare il corpo: si o no?

E se si, quando? E come?

Ho affrontato queste discussione tante volte, con amici fotografi e ritoccatori, e oggi vorrei riproporre a voi l’arduo quesito. Ritoccare un corpo è sempre necessario o è meglio non farlo mai?

Ho pensato di coinvolgere nella discussione Simona Giglioli, ritoccatrice professionista e trainer di FotografiaProfessionale, autrice dell’ultimo corso “Basi di ritocco Morfologico e Digital MakeUp”.


 

LEGGI TUTTO >>

Tecnica Post-Produzione

DIGITAL RETOUCH… QUANTE VOLTE CI AVETE PENSATO?

23/09/2011
Simona Giglioli

Digital retouch… quante volte ci avete pensato?

Ciao,

hai mai stentito parlare di ritocco morfologico?

Ebbene si… non sto parlando di ritocchi legati alle imperfezioni della pelle o al colore dell’incarnato, ma di un vero e proprio cambiamento delle linee del volto.

Ti è mai capitato di avere a che fare con immagini che presentano dei problemi di natura estetica, dati dalla modalità di scatto, o dal soggetto stesso che stiamo fotografando?

Volto asimmetrico, occhi di diverse dimensioni, orecchie sproporzionate… attenzione… non sto parlando di nuovi mostri, ma semplicemente di difetti che emergono una volta scattata la foto, e che rendono l’immagine decisamente antiestetica.

Cosa questa che capita abbastanza spesso soprattutto quando si scattano immagini moda o ritratti del cliente (ricordo di un intervento effettuato su una modella che era venuta sul set con “qualche chiletto in più” rispetto al book presentato dall’agenzia)… e qui viene il problema…

Come fare?… Buttiamo la foto? o buttiamo i soggetti? 😉

Un’immagine con queste problematiche richiederebbe l’intervento di un ritoccattore per poter essere pubblicata, o stampata o semplicemente salvata.

Non so se tu sei un purista dello scatto… che non si permetterebbe mai di correggere i “difetti” di una persona…  a volte però, per lavoro è necessario intervenire per poter raggiungere certi risultati e soddisfare il cliente, e spesso l’obiettivo più grande è cercare di ottenere il meglio, mantenendo il naturale aspetto del soggetto, senza dover perdere troppo tempo… (anche perchè magari le foto scattate sono più di una).

Ti sembrerà strano ma un ritocco ben riuscito spesso è un ritocco che non si vede, quindi devi fare molta attenzione… devi essere in grando di lavorare con gli strumenti giusti e con una buona dose di buon senso, onde evitare di arrivare a fine intervento con un’immagine che, anzichè essere migliorata, è peggiorata (per non contare la perdita di tempo)!

Intervenire in modo semplice e non invasivo quindi è la cosa migliore… ricorda sempre… NON INVASIVO.

Basta un ritocco fatto male per cambiare l’espressione o la linea del volto di una persona… quindi… NON ESAGERARE!!

Per rispondere a queste esigenze da oggi potrai scaricare gratuitamente il mio nuovo corso “Basi di Ritocco Morfologico e Digital Make Up”.

In questo video corso di oltre mezzora, ti spiegherò come funzionano i metodi di fusione di Photoshop (utili anche per le postproduzioni più complesse),  realizzeremo insieme un rapido ritocco morfologico e alcune operazioni di digital make up.  Intervenire su di un immagine può essere fatto in svariati modi… io ti insegnerò quelli base, fondamentali per approcciare i metodi avanzati… ti renderai conto che correggere difetti visibili, non vuol dire stravolgere la fisionomia di una persona, ma semplicemente migliorala con pochi passaggi.

E se non sei soddisfatto e desideri agire in modo più estremo… un pò di pazienza… a breve una sorpresa!

Ciao, a presto!

Simona

Tecnica Post-Produzione

FOTOMONTAGGIO, OCCHIO ALLA QUALITà.

25/08/2010
Simone Poletti
2 commenti ]

Fotomontaggio, occhio alla qualità.

Ciao a tutti e ben tornati dalle vacanze estive!

Riprendiamo il filo di FotografiaProfessionale con un argomento che mi sta abbastanza cuore, la qualità del fotomontaggio.

Il fotomontaggio, cioè la fusione di due o più immagini per andare a costruire un’immagine nuova e impossibile da realizzare in scatto, ha una storia piuttosto antica, ed è una delle primissime tecniche di ritocco fotografico applicate, già dai tempi delle prime pellicole. Se un tempo il fotomontaggio avveniva tagliando e incollando letteralmente un’immagine sull’altra, da molti anni ormai Photoshop e altri software di ritocco mettono a disposizione di professionisti e appassionati strumenti potentissimi per la realizzazione di montaggi eccellenti.

Sento spesso parlare di MattePainting su immagini che in realtà sono semplicemente dei fotomontaggi complessi. Il Matte Painting è una tecnica che permette la realizzazione di immagini complesse mescolando fotoritocco, fotomontaggio e illustrazione, se manca la parte “pittorica”, nella quale si aggiungono dettagli e oggetti, DIPINGENDO sull’immagine, non si può definire l’immagine Matte Painting. Si tratta invece di un fotomontaggio, anche se il termine non va più molto di moda.

Avere nozioni chiare e precise, a acquisire una tecnica raffinata di fotomontaggio è quindi, secondo me, fondamentale per riuscire ad ottenere risultati eccellenti nella realizzazione di elaborati complessi.

Mi capita di vedere Mattepaintings e composizioni molto elaborate e complesse he mancano però delle minime basi di montaggio, errori banali e piuttosto evidenti vanificano così ore e ore di lavoro. Vedo paesaggi ultra complessi con 10/15 elementi aggiunti in fotomontaggio con evidentissimi errori di prospettiva e fuoco, scontorni imprecisi, distrazioni evitabili con solo un po’ di pazienza ed esercizio.

Per darvi un esempio di cosa può succedere (anche ad un professionista) se non si rispettano delle regole minime, e se non si presta la giusta attenzione, prendo in prestito alcune immagini da un blog fantastico: Photoshopdisasters (http://photoshopdisasters.blogspot.com/), che vi consiglio vivamente. Analizziamole brevemente.

Nell’immagine di gruppo, creando il motaggio, il ritoccatore ha dimenticato le gambe dei personaggi in secondo piano… corso di Photoshop al risparmio? Forse semplice disattenzione, ma occhio, si tratta di immagini pubblicate e utilizzate da aziende per la loro comunicazione istituzionale!

Nell’immagine della ragazza con il notebook in mano, è evidente come la prospettiva del computer e quella della ragazza siano molto differenti, il risultato è innaturale, approssimativo, decisamente brutto.

Infine, la copertina di MacDirectory, l’effetto può essere voluto (ma in questo caso…perchè???), comunque la ragazza e l’Ipad hanno evidentemente scale differenti. A meno che lei non sia alta tre metri…

Quindi, in sintesi, occhio alla qualità del fotomontaggio, potete rovinare un lavoro ben fatto con una distrazione. A volte (spesso) ci sono immagini che, semplicemente, NON POSSONO essere montate insieme. Approfondiremo l’argomento nei prossimi giorni e analizzeremo gli accorgimenti necessari per un buon fotomontaggio.

A presto, e buon lavoro!

Simone

Tecnica Post-Produzione

CORSO DI PHOTOSHOP, RIAPERTURA IMMINENTE!

17/03/2010
Simone Poletti

Corso di Photoshop, riapertura imminente!

banner-photoshop-webCiao a tutti,

come sapete qualche giorno fa abbiamo sospeso le vendite del corso di Photoshop a causa dell’altissimo numero di richieste,
che mettevano a rischio la possibilità di consentire un download puntuale e veloce a tutti gli utenti.

Decidendo i tutelare chi aveva già acquistato il corso abbiamo quindi interrotto la prevendita con due giorni di anticipo.

Da quel giorno abbiamo ricevuto moltissime e-mail e messaggi di utenti che protestavano per l’interruzione anticipata della prevendita e chiedevano di riaprire le vendite al più presto. Questo ci ha spronato a mettere a disposizione il corso per il download il più presto possibile, in modo da renderlo poi nuovamente disponibile per tutti quanto prima.

Oggi siamo quasi pronti, e per farci perdonare abbiamo deciso di di riaprire le vendite del corso di Photoshop alle stesse condizioni della prevendita!
Ma solo per due giorni
, i due giorni che mancavano al termine della prevendita al momento della sospensione, dopo questi due giorni di “condizioni speciali” il corso sarà disponibile al prezzo pieno.

Nelle prossime ore invieremo una email a tutti gli iscritti a FotografiaProfessionale per avvertirli della nuova apertura delle vendite a condizioni speciali,
da quel momento avrete 48 ORE per acquistare il corso ALLO STESSO PREZZO DELLA PREVENDITA.
Tenete d’occhio la casella e-mail!

Ciao a tutti e buon lavoro.

Simone

0

Your Cart