Recensioni
Induro PHQ3: la precisione a 360° in testa!

TESTA A 5 VIE – INDURO PHQ3

09/07/2012
Simone Conti
7 commenti ]

Induro PHQ3: la precisione a 360° in testa!

Qualche giorno fa mi è stato recapitato sulla scrivania un “giocattolo” nuovo. Si tratta della testa a 5 vie Induro PHQ3. La prima cosa che mi sono chiesto è stata: ma le dimensioni (se escludiamo il tempo) non sono solamente 3? Come può una testa per cavalletto avere 5 gradi di libertà?

Io adoro le teste a sfera: una sola manopola, magari con possibilità di frizione idrostatica e regolabile, e tutte le posizioni possibili si possono raggiungere con velocità utilizzando una sola mano. Le teste a sfera sono notoriamente poco precise? Vero! Certo sono meno precise delle teste a 3 vie, ma con una bella livella (elettronica, da slitta flash o integrata nell’attacco rapido della testa) tutto generalmente si risolve.

Questi erano male o bene i pensieri che si alternavano nella mia mente prima di aprire la scatola… poi ho aperto la scatola!

Dopo aver aperto la scatola ho montato l testa sul mio cavalletto di fiducia… e ora cercherò di essere il più obiettivo possibile in questa recensione, ma devo ammettere che sono stata veramente conquistato da questo “oggetto misterioso”.

Induro PHQ3 - Testa a 5 vie

Ripiegata su se stessa, all’interno della confezione, la testa appare molto piccola e compatta. Una volta aperta e installata sul mio treppiede di ficucia è decisamente più ingombrante, ma grazie alla sua “flessibilità” e, soprattutto grazie alle geniali manopole “abbattibili”, si trasporta con estrema facilità senza farmi rimpiangere la testa a sfera.

Ci sono due dettagli che si notano immediatamente appena si inizia ad utilizzare questa testa Induro:

  1. la presenza di scale graduate di precisione praticamente per ogni settaggio
  2. la presenta di ben 5 livelle a bolla visibili praticamente da qualsiasi posizione

E le 5 vie? Dove sono tutte queste regolazioni? A cosa servono?

Ciò che rende questa testa la più versatile e al contempo precisa testa per cavalletto che io abbia mai visto sono proprio le 5 vie di regolazione. La cosa a dir poco eccezionale è che, se lo desideri, puoi lasciare alcune regolazioni bloccate come più ti aggrada e utilizzare la Induro PHQ3 praticamente come se fosse una testa a sfera. Se la precisione dovesse richiederlo ci sono tutte le regolazioni e le scale graduate che ti consentono di trovare il setup perfetto (e PERFETTAMENTE RIPETIBILE e RIPRODUCIBILE) in pochi istanti. Come se ciò non dovesse essere sufficiente questa testa consente la più ampia gamma di movimento che abbia mai avuto il piacere di provare: permette di fare ruotare la macchina a 360° con precisione millimetrica aprendo così la strada all’utilizzo per:

Foto panoramiche (indoor e outdoor)

Stereografia

Viste a 360° Quicktime VR

Guardiamo assieme le caratteristiche tecniche riassunte nella tabella qui sotto anche se, in realtà, la cosa più importante di questo prezioso strumento di lavoro, credo sia l’eccezionale versatilità e praticità di utilizzo… tutti i tecnicismi contano veramente poco!

Carico massimo16 Kg
Altezza120 mm
Intervallo di inclinazione+90°/-15° Frontale; +90°/-45° Laterale
Intervallo di rotazione360° su tutti gli assi (fissi e variabili)
Sistema di blocco del panningSi, due
Sistema di aggancio rapidoCompatibile Arca-Swiss
Livella a bolla (nr.)Si (cinque)
Filetto di aggancio alla macchina1/4″-20
Filetto di aggancio al cavalletto3/8″-16
Diametro della base68 mm
Peso1 Kg
Lunghezza (Maniglie incluse)202 mm

Altro dettaglio non trascurabile è la qualità costruttiva. Nella fretta concitata di un servizio il cavalletto può cadere o, come tante volte mi è capitato, potrebbe essere “appoggiato a terra” senza tanti convenevoli. Questa testa da immediatamente una sensazione di solidità e robustezza che molti altri prodotti non sono in grado di dare. Tanto metallo niente plastiche e gomma dove occorre. Ogni cosa sembra al suo posto ed è realizzata con la cura che ci si aspetta.

Aggancio Arca Swiss compatibile

C’è un’altra caratteristica che credo sia importante menzionare soprattutto per gli amanti dello “stitching”: l’aggancio rapido compatibile Arca Swiss consente di fare scivolare lateralmente (o verticalmente se necesario) la macchina fotografica mentre si vanno a realizzare tutti gli scatti necessari alla composizione ed evita i fastidiosi effetti di distorsione che si otterrebbero ruotando il corpo macchina con una normale testa a sfera (o a tre vie). La piastra graduata consente di tenere a mente gli spostamenti fatti e riprodurre le stesse regolazioni come, quando e dove si vuole.

Insomma, non sono più obiettivo, è eccezionale, meravigliosa, fantastica, pratica, versatile, rapida come una testa a sfera e precisa come nessun altra testa per treppiede a 3 gradi di libertà! Per forza… è una testa a 5 vie!

MERAVIGLIOSA: è stato amore a prima vista!

Rimpiango la testa a sfera? ASSOLUTAMENTE NO!

Rimpiango solamente di non avere scoperto prima l’esistenza di questo meraviglioso strumento di lavoro!

Ciao e buone foto

Simone Conti

 

P.S.: Unica anomalia che devo segnalare, e sono sicuro essere cosa relativa solo al mio esemplare, è l’allineamento non precisissimo tra i quattro punti di mira sulla base della testa: posizionando uno dei punti di mira sullo zero, uno dei due punti laterali (che dovrebbe essere esattamente a 90°) è a circa 89,5°. Nonostante sia doveroso segnalare questa anomalia essa non pregiudica in alcun modo la funzionalità della testa e, soprattutto, credo di essere stato sfortunato e che sia un’imperfezione presente solo sulla mia Induro PHQ3! 🙂

in questo articolo si parla di...

, , , , , , ,